Quantcast

Sopravvissuti: cast, trama e significato del finale

Sopravvissuti (Z for Zachariah) è un thriller di genere drammatico diretto da Craig Zobel nel 2015 che vale la pena vedere. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere.

Sopravvissuti- foto instagram.com

La pellicola è stata sviluppata partendo dal romanzo di fantascienza Z for Zachariah di Robert C. O’Brien pubblicato dopo la morte dell’autore nel 1974, ma presenta parecchie differenze.

A dare vita ai protagonisti di Sopravvissuti c’è un cast d’eccezione composto da Chiwetel Ejiofor, Margot Robbie (subentrata ad Amanda Seyfried andata via a causa di un ritardo nella produzione) e Chris Pine (arrivato al posto di Tobey Maguire rimasto in qualità di produttore).

Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival a gennaio 2015 ed è stato distribuito nelle sale americane ad agosto dello stesso anno (entrando tra i film vietati ai minori di 13 anni) mentre è arrivato in home video in Italia.

Il clima post-apocalittico e le vicissitudini dei tre superstiti rendono Sopravvissuti un film di genere dal finale poco chiaro da non perdere.

La trama di Sopravvissuti

Una guerra nucleare ha devastato la terra, sterminando gran parte della popolazione e costringendo i superstiti a vivere in bunker. L’unico posto in cui si può ancora vivere all’aria aperta è la valle in cui vive Ann Burden.

A rendere la fattoria di famiglia in cui è nata e cresciuta la sedicenne l’unico posto vivibile con condizioni favorevoli e riserve d’acqua è stata la cinta di colline rocciose.

Ann è convinta di essere l’unica sopravvissuta e si arma di tuta e ossigeno per raggiungere la città vicina e prendere ciò che le occorre per vivere, almeno fino a quando non intravede un altro superstite. Si tratta dello scienziato John Loomis.

John, sopravvissuto grazie a una tuta antiradiazioni e una scorta di medicine, vaga nella foresta in cerca della propria famiglia. Ann decide di seguirlo, ritrovandolo a fare il bagno in una fonte di acqua contaminata.

I due discutono ma, quando John inizia a sentirsi male, la ragazza decide di portarlo con se e assisterlo fino al momento della sua guarigione. Il tempo passa e tra Anne e John si crea una certa complicità.

Ann si confida con lo scienziato raccontandogli di non avere notizie dei genitori e di suo fratello usciti per trovare altri superstiti mentre John si disobbliga aiutandola nella gestione della fattoria.

L’amicizia tra Ann e John si trasforma in qualcosa di più e getta le basi per una relazione solida, nonostante le discussioni riguardo la religiosità della ragazza e l’eccessivo consumo di alcol da parte dello scienziato.

La routine viene sconvolta dall’arrivo di un altro sopravvissuto di nome Caleb, il quale racconta di essersi salvato perché si trovava in una miniera al momento del disastro nucleare.

John propone a Caleb di restare qualche giorno da loro per riprendersi, ma Ann sembra abituarsi subito alla presenza del nuovo arrivato e vorrebbe farlo restare.

Caleb è più bello e più giovane di John, condivide lo stesso credo religioso di Ann e non nasconde il suo interesse per la ragazza, rendendo John sospettoso e geloso.

John non può far altro che cercare una sintonia con Caleb, iniziando a condividere ciò che ha vissuto prima di arrivare da Ann.

Nel frattempo, Caleb convince Ann ad andare avanti con la realizzazione della turbina idraulica destinata a riparare il generatore che permetterebbe di conservare più provviste per l’inverno e a recuperare il legno necessario dalla chiesa costruita dal padre (progetto abbandonato per via delle convinzioni religiose della ragazza).

John percepisce l’intesa tra i due e dà il suo benestare nel caso in cui vogliano andare oltre.  Così, dopo un bagno notturno, Ann e Caleb hanno un rapporto sessuale.

Il giorno dopo, John e Caleb cercano di sistemare la ruota idraulica, ma Caleb rischia di scivolare giù per ben due volte riuscendo a salvarsi grazie anche alla corda di sicurezza tenuta da John (indeciso tra il salvarlo e il farlo precipitare).

John torna a casa e Ann si scusa per quanto avvenuto, ma lo scienziato la blocca dicendole che Caleb è andato via per cercare altri superstiti e un luogo in cui abitare. La ragazza prova a cercarlo, ma senza successo.

Il film si chiude con Ann intenta a suonare l’organo della chiesa trasportato nella sua stalla e John seduto lì ad ascoltarla. I due si guardano, lasciando intendere che Ann abbia capito quanto accaduto a Caleb.

Sopravvissuti: Significato del finale

Il finale è lasciato volutamente aperto per soddisfare la natura diversa degli spettatori, quelli più realistici e quelli più ottimisti.

Guardando alla versione realistica, infatti, è probabile che John si sia sbarazzato di Caleb per avere Ann tutta per sé.

Se ci spostiamo verso la versione ottimista, invece, Caleb ha deciso di seguire la strada della spiritualità e di andar via per cercare altri sopravvissuti. D’altronde anche il nome scelto per il personaggio rievoca il giovane eletto per la tribù di Giuda che si addentrò per primo nella Terra Promessa per conto di Mosè.

Tuttavia, considerando la gelosia di John, sembra più probabile che si sia liberato del rivale (tra l’altro non più utile al progetto). Inoltre lo sguardo finale di Ann fa propendere per tale finale.