Quantcast

Songs Of Surrender è il nuovo album degli U2

Songs Of Surrender è il nuovo album degli U2. Uscirà il 17 marzo, data simbolica per l’Irlanda, il loro nuovo progetto discografico che conterrà 40 canzoni “reimmaginate e ri-registrate”, come annuncia la stessa band sui social, postando un video che, sulle note di Beautiful Day, mixando immagini storiche e animazione, racconta il percorso del gruppo.

U2 -Foto: Facebook

Un titolo che richiama quello dell’autobiografia di Bono Vox, ‘Surrender: 40 Songs, One Story’ (in Italia ‘Surrender’, edito da Mondadori), uscito a inizi novembre, in cui il frontman degli U2 si mette a nudo, dall’infanzia e adolescenza a Dublino all’ascesa e al successo della band, passando per l’attività filantropica e l’attivismo a livello mondiale, tra l’altro contro l’Aids e la povertà estrema.

“Quello che è iniziato come un esperimento è diventato rapidamente un’ossessione personale poiché molte delle prime canzoni degli U2 hanno ceduto a una nuova interpretazione”, racconta il chitarrista The Edge in una lettera scritta a mano.

Per poi sottolineare: “Gli U2 sono in circolazione da abbastanza tempo per saperlo. Vale per tutti noi, ma in particolare per Bono. La maggior parte del nostro lavoro è stato scritto e registrato quando eravamo una band di uomini molto giovani. Quelle canzoni adesso significano qualcosa di molto diverso per noi. Alcune sono cresciuti con noi. Alcune li abbiamo superate. Ma non abbiamo perso di vista ciò che, in primo luogo, ci ha spinti a scrivere quelle canzoni. L’essenza di quelle canzoni è ancora in noi, ma come potevamo riconnetterci con quell’essenza, dopo essere andati avanti e cresciuti così tanto?”.

E poi ancora: “La musica ti permette di viaggiare nel tempo e così abbiamo iniziato a immaginare come sarebbe stato riportare queste canzoni con noi ai giorni nostri e dare loro il vantaggio o meno di una rivisitazione del 21° secolo. Quello che è iniziato come un esperimento è diventato rapidamente un’ossessione personale poiché molte delle prime canzoni degli U2 hanno ceduto a una nuova interpretazione. L’intimità ha sostituito l’urgenza post-punk”.

Ha poi sottolineato: “Chiavi nuove. Nuovi accordi. Sono arrivati nuovi tempi e nuovi testi. Si scopre che la grande canzone è in qualche modo indistruttibile. Una volta che abbiamo rinunciato al nostro rispetto per la versione originale, ogni canzone ha iniziato ad aprirsi a una nuova voce autentica di questo tempo, delle persone che siamo, e in particolare del cantante che Bono è diventato”.