Quantcast

Piccirì è il secondo singolo del trio palermitano formato dai rapper Dableh e Kimba e dal producer Achille G

Piccirì è il secondo singolo del trio palermitano formato dai rapper Dableh e Kimba e dal producer Achille G per LaCréme e SouthSide Records, distribuito da Altafonte. Il brano, come il precedente “Alba”, anticipa l’uscita di un EP e racconta la realtà siciliana, questa volta attraverso gli occhi di un bambino, un “picciriddu”.

Piccirì, infatti, parla della voglia di non rifare gli stessi errori dei propri familiari, di andare via dal quartiere, di riuscire finalmente a spezzare la catena che tiene legate le vite di tantissimi bambini a un destino che spesso non riescono a evitare. In apparenza non c’è via d’uscita ma con passione e dedizione, giocando le giuste carte, “vedrai, poi tutto cambierà”: sono rabbia e forza d’animo che nel brano fanno percepire la grande voglia di uscire da questa situazione, con l’invito implicito di rimanere nella propria terra a coltivare i propri sogni nonostante “qui cambia chi parte e chi scappa”, contraddizione tipica della terra siciliana e del siciliano.

La produzione di Achille G ha un ritmo dinamico e, nello stesso tempo, riesce ad avere un’atmosfera riflessiva grazie alle melodie che si sposano bene con le parole di Dableh e Kimba: i due rapper, con semplicità, raffigurano Palermo proprio nel modo in cui i palermitani la vivono quotidianamente. Nel testo, infatti, scorrono immagini che evocano la vita nel capoluogo siciliano, tra centro e sobborghi:  dall’istituto penale minorile Malaspina e il penitenziario Pagliarelli fino alla rinomata zona balneare di Mondello, passando per altre strade in cui si sente l’odore delle “stigghiola”, street food locale.

Dableh, Kimba e Achille G sono originari di Bagheria (in dialetto “baaria”), comune della città metropolitana di Palermo, e fanno parte del collettivo palermitano SouthSide Records.

Dableh è un rapper classe 98 dal carattere introverso e schivo: riversa tutto nella musica, puntando su testi di spessore.

Kimba, rapper classe 99, si è già fatto notare per la sua scrittura, soprattutto grazie a “Rione”, singolo del 2018 poi inserito nell’omonimo album del 2019, che ha trasmesso fedelmente l’immaginario del rione palermitano. Da quattro anni vive a Chicago.

Achille G, producer classe 2001, ha il suo tratto distintivo nell’apertura a diverse influenze musicali (soprattutto rap e tech-house), una qualità che rispecchia pienamente la Sicilia, terra di contaminazioni dove gli opposti convivono in armonia.