Quantcast

Noi no è il nuovo singolo di Montecreesto

Noi no è il nuovo singolo di Montecreesto, cantautore e polistrumentista napoletano classe 1994. La produzione musicale è di Luigi Scialdone e Luca de Gregorio.

Noi no di Montecreesto: il significato del brano

Dopo la pubblicazione, la scorsa estate, di “Bene così” e “Citazioni pop”, Montecreesto con “Noi no” dà seguito ai suoi racconti d’amore, in questo caso concentrandosi su “un amore che avrebbe potuto essere ma non è stato”, e lo fa con la leggerezza e l’ironia della sua scrittura indie.

“Vi è mai capitato – racconta l’artista – di conoscere una persona e di sentire subito un’affinità talmente forte da avere l’impressione di conoscerla da tutta la vita? Beh, a me sì, un martedì pomeriggio di giugno, in uno studio medico. Purtroppo però l’attrazione non basta, serve quella che molti chiamano ‘fortuna’ e io invece chiamo ‘tempismo’: lei stava attraversando un ‘periodo no’ e non c’era spazio per una nuova relazione. La settimana dopo il nostro primo incontro ho contratto il covid e, nelle notti di febbre e dolori muscolari è nata ‘Noi no’: un amore che avrebbe potuto essere ma non è stato, uno di quelli che ti lascia il sorriso sulle labbra e l’amaro in bocca, come solo un amore supposto sa fare”.

Nel videoclip di “Noi No”, diretto da Francesco Paura e Gabriel Iovino, il protagonista è un uomo mascherato in cerca di risposte, vittima del dubbio e delle convenzioni sociali che lo vorrebbero forte, realizzato a tutti i costi e il modo con cui sceglie di liberarsi è quello di danzare per scrollarsi il mondo di dosso, togliere la maschera e ribaltare il punto di vista alzando gli occhi al cielo…

“Talvolta – continua Montecreesto – credo che l’uomo debba sentirsi realisticamente piccolo, la minima parte di un tutto più grande di noi: per capire chi siamo dovremmo guardare le stelle, invece di limitarci ai nostri piedi”.

Noi no di Montecreesto: il video ufficiale

Chi è Montecreesto? Biografia e carriera

Arcangelo Curci, vero nome di Montecreesto, si avvicina concretamente alla musica nel 2008, suonando prima la batteria, poi il pianoforte e iniziando presto a comporre i primi testi. Nel 2015, senza troppa convinzione, si iscrive alla facoltà di biologia ma quasi contemporaneamente parte per un tour, che durerà circa due anni e lo porterà in tutta Italia, insieme al rapper Francesco Paura.

Dal 2018, pur non abbandonando la musica, si dedica agli studi con più intensità fino a ottenere la laurea nel 2019 per poi iniziare a lavorare come informatore scientifico. Questa professione gli dà una sicurezza economica ma la passione per la musica resta forte e, appena può, di notte e nei weekend, si dedica alla composizione di canzoni: così nasce il progetto Montecreesto.

Tramite la musica, che oggi è la sua sola occupazione, Montecreesto sfida la stessa precarietà che lo ha privato di affetti e relazioni sentimentali. “Bene così” è il primo racconto di questa realtà vissuta in prima persona, “Citazioni pop”, a stretto giro, rilancia la questione con un nuovo punto di vista, mentre “Noi no”, qualche mese dopo, dà un’ulteriore angolazione al tema degli amori senza lieto fine.