Quantcast

Ilary Blasi smentisce Ezio Denti: “Non ha mai pagato 75mila euro per effettuare investigazioni sul marito”

Ilary Blasi ha categoricamente e seccamente smentito le dichiarazioni dell’investigatore privato Ezio Denti rilasciate al settimanale Nuovo. Ma cosa ha dichiarato il dectetive alla stampa? “Soltanto lei saprà se sono stati soldi ben spesi. Ilary Blasi avrebbe pagato 75 mila euro per assoldare l’investigatore privato che per tre mesi ha spiato, pedinato e fotografato Francesco Totti. Per raccogliere le prove del tradimento dell’ormai ex marito con Noemi Bocchi“.

Ilary Blasi e Francesco Totti – Foto: Facebook

E poi ancora: “Fui ingaggiato otto anni fa anche da Alena Seredova per “stanare” Gigi Buffon con Ilaria D’Amico e fui proprio io a scattare le immagini compromettenti. Le cimici nell’auto di Totti? Non possiamo farlo noi – ha detto Denti – Queste cose le fa solo la Polizia giudiziaria. Come investigatori noi possiamo invece installare i Gps sulle auto, all’esterno, così possiamo seguire gli spostamenti di un marito presunto fedifrago. Ha detto di aver salvato la schermata del telefono con dei messaggi? Quello è anche l’unico modo in cui si può legittimamente usare un messaggio come prove del tradimento in un processo. Sul telefono della moglie lui ha visto anche un messaggio che diceva: ‘Sono arrivato, ti aspetto in albergo’. Quel messaggio era mio – ha proseguito -, relativo al nostro incontro in cui Ilary mi ha ingaggiato. E comunque mi sento di dire che lui è ancora innamorato della moglie. Penso che abbia intrecciato un’altra relazione perché sentiva che con Ilary ormai si era rotto qualcosa”.

La smentita non si è fatta attendere ed è arrivata tramite l’avvocato di Ilary Blasi che ha inviato un comunicato a Dagospia: “La notizia è semplicemente falsa. Ilary Blasi, infatti: non ha mai avuto rapporti con il Signor Denti; non ha mai incontrato il Signor Denti per conferirgli un incarico; non ha mai incaricato il Signor Denti, tantomeno per effettuare quanto lo stesso indica nell’intervista; non ha mai pagato 75mila euro per effettuare investigazioni sul marito. Si tratta, in sostanza, dell’ennesima fake news, probabilmente diffusa con il fine di profittare indebitamente del risalto mediatico della vicenda”.