Quantcast

Andrea Nicole di Uomini e Donne sui social: “Difficile prendere coscienza”

Andrea Nicole di Uomini e Donne è tornata a parlare della sua trasformazione sui social, rispondendo ad alcune domande dei suoi followers. L’ex tronista donna ed ex transessuale di Uomini e Donne è tornata a ripercorrere le tappe che l’hanno portata a riprendere in mano la sua vita e a mostrarsi al mondo per quello che si sentiva di essere.

L’ex tronista Andrea Nicole ha spiegato: “In realtà la parte più complicata è prendere coscienza di quello che realmente di vuole, di come ci si sente. Una volta messi in chiaro questi punti non resta che mettersi a tavolino. Valutare le opzioni a disposizione che, nel mio caso, erano solo 2: reprimere tutto per vivere una vita “a metà” tra ciò che ero e ciò che volevo essere. O prendere la mia vita tra le mani, plasmarla e farle prendere la forma che intravedevo attraverso lo specchio. Ho imparato nel tempo a vivere a pieno il dolore rendendolo una fonte di profonda riflessione, senza respingerlo. Perché quando arriva mi sta dicendo che qualcosa non sta funzionando e in un qualche modo mi aiuta a mettere a fuoco”.

Inoltre ha risposto a chi le ha chiesto come gestisce le critiche: “Questa è una domanda che mi viene posta spesso. A volte insieme a come gestisco il giudizio degli altri? Non è semplice ma quello che vi dico sempre è che siamo noi a stabilire cosa, di quello che ci viene detto, può avere valore e soprattutto quanto! C’è poi da fare una distinzione tra giudizio e consiglio che sono due cose diverse ma che spesso vengono scambiate volutamente per nascondere la cattiveria di fondo, camuffandola dietro un: era solo un consiglio. Oppure: era solo una domanda! Il giudizio, la cattiveria, l’infamia, si nascondono anche dietro domande poste nel modo sbagliato – ha sottolineato Andrea Nicole di Uomini e Donne -, maligno. Lì capisci le intenzioni reali delle persone. Una volta che impari a riconoscere le intenzioni, verrà automatico dare il giusto peso alle cose che realmente lo meritano”.