Quantcast

Amandha Fox festeggia il compleanno ma non demorde sulla battaglia a favore dei cinghiali a Roma

Amandha Fox festeggia il compleanno proprio oggi. La celebre attrice di film per adulti soprannominata la Venere polacca compie 37 anni ed è sempre in splendida forma per la gioia ed entusiasmo dei suoi numerosi fan. Amandha Fox non demorde, neanche durante il giorno del suo compleanno, sulla battaglia a favore dei suini e cinghiali a Roma.

Che cosa è successo nella Capitale? I suini del rifugio in via Arcore, zona Flaminia a Roma, nonostante siano regolarmente microcippati e iscritti alla Asl come animali non dpa, ossia non destinati alla produzione alimentare, ricadono all’interno della zona rossa nel quadrante di Roma Nord, tracciata nell’ambito del contenimento della peste suina africana.

Sito a Roma, nella campagne a nord della capitale, il rifugio ospita più di cento animali in 5000 metri di giardino e due enormi stalle, in cui sono liberi di scorrazzare. Gli animali sono tutti censiti presso la Asl territoriale di riferimento e tutti microchippati in quanto registrati come animali non DPA (non destinati ad uso alimentare).

Dall’inizio di quest’anno l’Italia é stata interessata dalla diffusione della peste suina africana e tra le varie zone indicate come zona rossa, é rientrata anche quella della Sfattoria.

Resta il fatto che i maiali e i cinghiali della Sfattoria degli Ultimi saranno abbattuti. Lo ha deciso l’Asl Roma 1 in un’ordinanza che sta facendo molto scalpore, tra le proteste delle associazioni ambientalistiche e animalistiche. I legali de La Sfattoria degli Ultimi hanno presentato ricorso al Tar contro l’ordinanza poiché “le autorità locali infatti vogliono uccidere con l’elettroshock oltre cento animali sani salvati dal macello e ospiti nella struttura, giustificando ciò per la peste africana“.

Anche Amandha Fox è sul piede di guerra. La testimonial della lingerie sensuale di Andrea Ubbiali Couture ha annunciato: “Se il Tribunale Amministrativo del Lazio autorizzerà l’abbattimento dei 140 suini e cinghiali creerà un precedente molto pericoloso. Vorrebbe dire che tutti gli animali accuditi nei rifugi italiani sono a rischio uccisione. A tal proposito annuncio una protesta clamorosa”.

Come andrà a finire? Lo scopriremo molto presto! Stay tuned su IGOSSIP.it per saperne di più!