Quantcast

Addio alla regina Elisabetta II d’Inghilterra: il cordoglio del mondo

Addio alla regina Elisabetta II d’Inghilterra: il cordoglio del mondo per la scomparsa della grande e mitologica sovrana del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri reami del Commonwealth. La regina dei record ha chiuso gli occhi per sempre nell’anno del Giubileo di Platino, 70esimo di un’era iniziata nel lontano 1952, e a 18 mesi dalla scomparsa dell’inseparabile consorte Filippo. Annunciato lutto nazionale di dieci giorni, poi i funerali.

Regina Elisabetta II d’Inghilterra – Foto: Facebook

La regina Elisabetta è deceduta l’8 settembre 2022 nella tenuta scozzese di Balmoral. Poche ore prima dell’annuncio del decesso, un comunicato affermava che la Regina era stata posta “sotto osservazione medica”.

Elisabetta ha regnato per 70 anni e 214 giorni, dal 6 febbraio 1952, data della morte improvvisa del padre, Giorgio VI. Sotto il suo regno sono avvenuti cambiamenti epocali: l’austerità del dopoguerra, la transizione dall’impero al Commonwealth, la fine della guerra fredda e l’ingresso e l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Ha incontrato 15 primi ministri: il primo è stato Winston Churchill, l’ultima Liz Truss, nominata dalla regina all’inizio di questa settimana.

In questa fase saranno rinviati eventi sportivi, saranno allestiti maxischermi in tutte le principali città del Paese per seguire la copertura mediatica. Tra qualche giorno, secondo quanto scrive Sky News, il corpo della regina sarà trasferito a Edimburgo e da lì a Londra.

Il presidente cinese Xi Jinping ha offerto oggi le sue “sincere condoglianze alla famiglia reale, al governo e al popolo” britannici per la morte della regina Elisabetta II. “A nome del governo e del popolo cinese, nonché a suo nome, Xi ha espresso profonde condoglianze”, ha affermato l’emittente statale Cctv. “La sua morte è un’enorme perdita per il popolo britannico”, ha detto il capo di Stato cinese.

“La morte della regina Elisabetta uno shock per la nazione e per il mondo intero. La sua devozione al dovere è stata d’esempio per tutti”, ha dichiarato la premier britannica Liz Truss che ha parlato alla nazione da Downing Street.

Messaggi di cordoglio sono giunti da da capi di Stato e di governo di centinaia di Paesi. Commozione anche dal nostro Paese. “Il popolo italiano e i suoi rappresentanti istituzionali che hanno avuto l’onore di incontrare la Regina Elisabetta II ne hanno potuto ammirare la straordinaria levatura e l’ineguagliabile personalità – ha dichiarato Sergio Mattarella nel messaggio di condoglianze rivolto a re Carlo – con sentimenti di intensa partecipazione al lutto della famiglia reale e del Regno Unito, rinnovo le espressioni del profondo cordoglio dell’Italia ed esprimo fervidi voti augurali per l’inizio del regno di Vostra Maestà”.

Gli ha fatto eco il presidente del Consiglio, Mario Draghi: “La Regina Elisabetta – si legge in una nota – è stata protagonista assoluta della storia mondiale degli ultimi settant’anni. Alla Famiglia Reale, ai Governi e a tutti i cittadini del Regno Unito e dei Paesi del Commonwealth, le più sentite condoglianze”.

“Mi unisco volentieri a tutti coloro che piangono la sua scomparsa pregando per l’eterno riposo della defunta Regina e rendendo omaggio alla sua vita di ininterrotta fedeltà, e nel rendere omaggio alla sua vita di instancabile servizio per il bene della Nazione e del Commonwealth, al suo esempio di devozione al dovere, la sua ferma testimonianza di fede in Gesù Cristo e la sua ferma speranza nelle sue promesse”, ha dichiarato papa Francesco nel telegramma di cordoglio inviato a Sua Maestà Re Carlo III, nel quale esprime il suo profondo dolore per la scomparsa di Elisabetta II.

“Affidando la sua nobile anima alla misericordiosa bontà del nostro Padre Celeste, assicuro la Vostra Maestà le mie preghiere affinché Dio Onnipotente la sostenga con la sua grazia indefettibile nell’assumere le sue alte responsabilità di Re – ha continuato il pontefice -. Su di lei e su tutti coloro che custodiscono la memoria della sua defunta madre, invoco l’abbondanza delle benedizioni divine come pegno di conforto e forza nel Signore”.